RIMINI CALCIO

Rimini Calcio ha sempre rivestito un ruolo molto importante nella mia vita calcistica. Ci giocò mio fratello Moreno tanti anni fa, il mio rapporto con il patron Vincenzo Bellavista (scomparso nel 2007) era di quelli sinceri e viscerali. Ci si diceva le cose in faccia e si parlava di tutto, era un grande visionario- nel senso buono del termine- un vero selfmade man di grande spirito e cuore. A volte una stretta di mano era da sola in grado di sancire tanti rapporti.
Il mio primo incontro con Vincenzo Bellavista: lui mi disse “Sono Juventino, cacciatore e amico di Moggi”. Gli risposi: “Devi dirmi altre quattro cose di te che mi piacciano altrimenti non iniziamo neanche a parlare”. Lo portai subito nella sede dell’Inter a trattare con Massimo Moretti l’acquisto di Obafemi Martins, viaggiammo in aereo privato da Rimini.
Così, nel 2004 è nato un rapporto che sarebbe durato fino al raggiungimento della serie cadetta per il Rimini.
Si chiamava progetto Mariolino e divenne un vero e proprio percorso di promocommercializzazione territoriale. La Riviera dei Parchi e Rimini Calcio si attivarono in sinergia per la promozione della Riviera e delle sue eccellenze in termini di parchi, ospitalità e altri servizi.
Durante le partite in trasferta del Rimini Calcio, di cui il Consorzio Riviera dei Parchi era sponsor ufficiale lontano dal Romeo Neri, venivano realizzate una serie di attività ludiche destinate alle famiglie allo stadio per promuovere il territorio e far conoscere la provincia e la città di Rimini.

http://www.newsrimini.it/news/2003/settembre/30/rimini/calcio._progetto_mariolino__le_partite_dei_biancorossi_per_promuovere_il_turismo.html